Volando vengo, volando voy

Ok, siamo arrivati a Delhi dopo una 2 giorni di treno no stop, ripartiamo senza prendere nemmeno troppo fiato e ci imbarchiamo nel marasma dei trasporti all’indiana rimbalzando tra Delhi, Gorakpur, Sonauli, Katmandu , tutto questo all’insegna delle urla dei  bus-wallah che ti sbatacchiano tra un bus all’altro catpultandoti fino alla meta; MAGIC INDIA! Il nostro arrivo si presenta alle 4 del mattino in una fredda, buia e sconosciuta Katmandu, ma la fortuna vuole farci trovare LUI: il nostro tassista che per 200 rs nepalesi si inventa di sapere dove volevamo andare! La situazione è comica: non me ne fregava proprio un cazzo se l’avesse trovata o no una guest house decente, soprattutto perché nella sua macchina faceva caldo e, anche se avesse impiegato tutta la mattina per trovarla, 200rs avevamo patteggiato e 200 gli avrei dato.  La successiva ora e mezzo in quella macchina mi sono divertito molto: in quel quartiere di Katmandu le strade sono piccole e piene di curve a gomito sicchè il tassista ogni 20 metri di fermava facendo scendere il COOPILOTA cosi da andare a colpo sicuro, ma il sali e scendi del nostro amico e lo spengere ed il riaccendere la macchina da parte del tassista  hanno fatto diventare la situazione tesa perché alle spalle dei nostri  avventurieri nepalesi c’era Lei: ALESSANDRA GIUSTI che controllava la situazione! Allo scadere della seconda ora dove io mi spanciavo nel vedere loro due discutere su quale strada prendere alternando parole incomprensibili con tamponamenti in manovra, la Giusti decide di scendere dalla macchina e punta QUELLA guest house, la Katmandu Guest House : decide di controllare lasciandomi da solo con i mitici tassisti ed io, approfittando del momento gli chiedo: “Sir have you smoke one joint this morning?” e lui si volta accennando un si ridendomi in faccia! Bella lì! Il nostro tassista gonfio quelle 200 rs se le meritò, non per il servizio ma per le risate che mi ha fatto fare!

Bene, la nostra Giusti rientra dal Check della Guest House dicendomi: “Ma è bellissima! Solo che……” e conclude la frase dicendo “costa 50 Dollari, ma te la offro io: è arrivato il momento di farsi una doccia!” . Figo questo Nepal, inizia a piacermi!  Questo hotel topaio dalle bellissime fontane,  con un personale cordiale, un giardino splendido ,ci accoglie con la guardia all’entrata che ci vede, ci squadra da capo a piedi facendoci gesto di non entrare e dicendo “this is not cheap place! NO CHEAP!”.

Però devo dire che la nostra prima e ultima notte di lusso ci sono garbati!

A parte l’intro esplosivo, Katmandu si orna di molti templi e regala immagini dai colori suggestivi, pur rimanendo una città asiatica: frenetica, piena di clacson, i soliti shop e le solite beghe, però merita molto; in quella settimana fino al 6 Gennaio siamo stati bene.  sorvolando il problema energetico nepalese dove, per volere del governo, l’energia elettrica manca in determinati orari della giornata per cause dovute ad una mancanza di acqua nei fiumi nella stagione secca, questo posto merita e le notti in camera si tengono accese con delle semplici candele!  Il 7 gennaio ci spostiamo nelle vicina Pokara, un posto bello, posizionato sotto la catena di un certo Himalaia, montagne da paura  e buone amicizie ce l’hanno fatta vivere sotto un occhio distinto: abbiamo conosciuto due ragazzi delle isole Mauritius e insieme a loro ci siamo infrascati nelle strade di montagna su una jeep un po’ scassata, a farci degli ottimi the con il nostro fornellino da campeggio e a cogliere ciò che la natura ci dava e vi dirò che in quel the ci stava proprio bene! I nostri 14 giorni di visto stavano scadendo ed il 13 rientriamo: la frenetica india chiama e lo fa con i clacson dei Tata negli orecchi. Rientriamo in patria puntando verso Varanasi, la città dove gli Hindu vanno a morire per concludere il loro ciclo vitale, facendosi cremare sulle sponde del loro sacro fiume Ganga.

Il relax del Nepal si chiude qui… ritorniamo a masticare chilometri!

Annunci

Una risposta a “Volando vengo, volando voy

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...